falegnameria riciclo panchina pellet propositivo

Da pallet a panchina – La Falegnameria del Riciclo

ProPositivoIdee riciclabili, Riciclo creativo, Sostenibilità Leave a Comment

Prendete in mano un oggetto accanto a voi, il primo che trovate, datevi due minuti e iniziate a pensare: Quanti altri usi riuscite ad immaginare? Un genio è in grado di individuarne centinaia in pochi minuti, non a caso la creatività lo contraddistingue. Questo processo è chiamato pensiero laterale. In Changing Education Paradigm, Ken Robinson presenta uno studio compiuto su alcuni bambini in crescita. Non vi sorprenderà sapere che da bambini escogitiamo più soluzioni, ma forse vi sorprenderà saperne il motivo. Se volete conoscere le cause guardate il video, ma se volete mettervi alla prova prendete spunto da questo post. falegnameria del riciclo, falegnameria del riciclo, falegnameria del riciclo, falegnameria del riciclo, nameria del riciclo, falegnameria del riciclo, falegnameria del riciclo, falegnameria del riciclo,

La Falegnameria del Riciclo
di Marco Seddone*
Occorrente:

Pallet
Sottomisure
Sega
Scalpello
Vernice
Carta abrasiva
Passione per il riciclo

Come trasformare un ingombrante pedana di pallet in una comoda panchina?

Innanzitutto è necessario trovare un pallet adatto, che abbia le assi tutte ravvicinate. Le gambe si fanno con delle sottomisure che purtroppo sono da acquistare, ma danno la giusta robustezza al tutto. Si procede dunque tagliando il pallet con proporzioni di circa 1/3 per lo schienale e 2/3 per la seduta. A questo punto si tagliano quattro liste di legno per ottenere le gambe della panchina, due corte anteriormente e due più lunghe posteriormente, in modo che facciano anche da telaio allo schienale di pallet. Per rinforzare la struttura si utilizzano poi delle liste di legno incastrate con degli incastri a mezzo legno effettuati con lo scalpello. A questo punto si leviga il tutto, facendo attenzione a rimuovere i vari ed eventuali chiodi che sporgono spesso dai pallet. Si vernicia quindi a piacere ripassando il tutto con della carta abrasiva molto fine perché la vernice fa “rizzare il pelo” al legno, soprattutto quando è così scadente, dando un effetto sgradevole. Dopo che si è ben levigato si danno altri strati di vernice a piacimento, io li lascio abbastanza grezzi perchè mi piacciono molto rustici.

*Marco Seddone ha 23 anni e abita a Nuoro. E’un ragioniere che agli spazi chiusi e ai lavori d’ufficio preferisce l’aria aperta. Sin da piccolo passava le giornate con il nonno in falegnameria, dove giocava con gli scarti delle sue lavorazioni ricreando nuovi oggetti. Da qui la sua passione per il riciclo. Dopo la sua scomparsa ha deciso di recuperare i suoi vecchi attrezzi ridando vita alla piccola bottega per creare degli oggetti da quel legno che la gente in genere butta via. Non c’è limite al materiale da utilizzare, l’importante è salvarlo e creare un oggetto di uso quotidiano o decorativo. Attivo all’interno di associazioni ecosostenibili mette a disposizione la sua passione per la falegnameria e le sue idee sperando in un futuro migliore e più consapevole.

ProPositivo
“Diffondiamo idee, non problemi”

share save 171 16 Chi siamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.