OPEN CALL – Partecipa a #Resilienza18




Le Call 2018

Si può partecipare #resilienza18 da spettatori seguendo gli eventi in calendario oppure si può prendere parte in maniera attiva all’esperienza rispondendo a una delle 4 chiamate:

  • CALL per PARTNER/SPONSOR : dedicata a imprese, associazioni, blog e cittadini interessati a organizzare iniziative come Partner (o che vorrebbero inserire le proprie nel calendario di #Resilienza18), supportarci come Sponsor, aiutarci a comunicare come Media Partner, vivere l’esperienza da Socio o Volontario.
  • CALL per CONTEST/STREET-ART: dedicata agli street-artists e artisti visuali interessati a partecipare al contest internazionale.
  • CALL per ARTISTI/PERFORMER: dedicata a teatranti, musicisti e performer in generale interessati a percorsi di Residenza Artistica o all’offerta di iniziative culturali e spettacoli da inserire nel Festival.
  • CALL per SUMMER SCHOOL/REDAZIONE: dedicata agli attivisti nel campo della progettazione partecipata e della comunicazione, da giornalisti, fotografi e video-maker a ricercatori e studenti.

Cliccate sulle diverse voci e si aprirà un menù a tendina in cui potrete scaricare il bando e compilare i moduli di partecipazione.

partner

Vista la quantità di sinergie locali, nazionali e internazionali instaurate all’interno della rete di ProPositivo negli ultimi anni, l’obiettivo di questa edizione vuole essere quello di coinvolgere istituzioni, imprese, associazioni e cittadini all’interno di un percorso di progettazione partecipata sul tema della “Resilienza” in tutto il territorio del Centro Sardegna, arrivando a collegare l’isola da costa a costa. In sostanza, da una parte la presente call punta ad allargare la rete collaborativa e le sinergie e in particolare:

  • attivare nuove partnership artistiche, scientifiche e comunicative, per rafforzare le fondamenta del progetto e ampliare l’offerta formativa e culturale del Festival;
  • attrarre sponsor e investitori, interessati a sostenere il progetto attraverso contributi economici o la concessione di prestazioni e servizi (es. trasporti, alloggio, vitto, service, ecc.);
  • identificare volontari, vogliosi di vivere un’esperienza dinamica e motivati a contribuire alla causa.

Dall’altra parte, essa mira a costruire il calendario di #Resilienza18 dando spazio e visibilità a tutte quelle progettualità ed eventi seminate sul territorio locale e regionale, nell’ottica di metterle a sistema e di favorire reciproco sostegno e contaminazione, di modo incasellare gli eventi in un’offerta culturale, formativa e turistica capace di accrescere il proprio richiamo nazionale ed internazionale, e di favorire la coesione interna ed esterna alle realtà coinvolte.
(Scadenza: 10 giugno – Prorogata al 10 luglio 2018)


Contest Street Art 2018

Dal 2016 ProPositivo ha iniziato un progetto di valorizzazione degli spazi urbani, pubblici e privati, attraverso la street art. Da una parte l’obiettivo è quello di lavorare sull’identità locale nell’era globale, trovando i punti di contatto o allontanamento tra tradizione e innovazione, tra emigrazione e immigrazione, tra passato e futuro. Dall’altra di impreziosire la città e di stimolare il senso estetico e critico della comunità. Questa prima esperienza ha portato alla realizzazione di 4 interventi di artisti regionali, di cui un’opera collettiva con il coinvolgimento di un gruppo di amatori locali.

Nel 2017 il processo creativo ha preso avvio dalla ricerca e raccolta delle storie, dei racconti, dei timori e delle tradizioni delle comunità locali, arrivando a generare una serie di 12 opere su edifici di Macomer dove hanno trovato raffigurazione elementi del tappeto sardo, la figura del pastore, i nuraghi, i simboli leggendari ed etnografici, la storia dell’industrializzazione e delle sue controversie. Oltre ai singoli interventi, il gruppo ha infine collaborato alla realizzazione di un’opera comune: una nuova mappa di Macomer che ne illustra i luoghi emblematici, identificati attraverso l’ascolto e il confronto con la popolazione. Un patrimonio artistico che rappresenta la base di riferimento per lo sviluppo del progetto.

Al seguente link sono fruibili, tramite una cartina geolocalizzata, tutti i lavori prodotti durante il Festival con foto e indicazioni sugli artisti.

Per l’edizione 2018 del Festival della Resilienza, ProPositivo lancia un concorso internazionale di street art per la realizzazione di opere murali a Macomer (NU). Di fronte allo spopolamento e alla crisi economica in atto, ProPositivo risponde mettendo a sistema risorse e competenze interne ed esterne al territorio, sviluppando una serie di attività volte ad arricchire il contesto con interventi di formazione, cittadinanza attiva, integrazione e arte partecipativa. In tale ottica il contest, in continuità con il percorso avviato, ha l’obiettivo di arricchire il processo di valorizzazione e caratterizzazione del contesto urbano con interventi utili a creare una nuova narrazione visiva del territorio, attenta ad esaltarne il patrimonio sociale, ambientale e culturale. Un progetto che nella sua ampiezza diventa tassello fondamentale per raggiungere l’obiettivo di “Trasformare la crisi in opportunità” a Macomer e nel Marghine.

In termini organizzativi, le opere murali saranno sviluppate nei seguenti periodi:
dal 30 luglio al 5 agosto 2018 e dal 27 agosto al 2 settembre 2018

Verranno selezionati artisti per ciascuna residenza di provenienza regionale, nazionale e straniera per ciascun periodo. L’intento è di creare i presupposti per uno scambio artistico tra i partecipanti e l’interazione con la comunità ospitante.
(Scadenza: 21 giugno 2018)


Partner arte


Il progetto Esperienza di Resilienza Artistica (E.R.A) è una forma sperimentale di residenza per artisti che ha come scopo principale quello di produrre delle iniziative di innovazione sociale e culturale per il territorio ospitante. Il tessuto sociale assieme al patrimonio culturale locale costituiscono la base di ricerca della produzione artistica, chiamata a misurarsi con il concetto di Arte Pubblica​. La residenza viene quindi concepita come laboratorio partecipativo, in cui gli appassionati di ogni disciplina artistica tentano di indagare il “ruolo sociale” dell’arte, come processo sociale, educativo, civico, volto alla la crescita del singolo e del gruppo nella sua relazione con il contesto e con la comunità, in uno spirito di condivisione e contaminazione. La call e i moduli di partecipazione prevedono anche per gli artisti la possibilità di offrire delle Animazioni Culturali per il Territorio (A.C.T), attraverso delle proposte di performance/presentazioni/esibizioni a cappello, che andranno ad animare le serate ed entreranno a far parte dell’offerta culturale e del calendario di #Resilienza18.

  • [E.R.A. 1] 25 Giugno – 2 Luglio: Laboratorio sul Teatro di Comunità, in collaborazione con l’Accademia di Teatro Dimitri, Sardegna Teatro e Sardegna Film Commission. La formazione, rivolta ad artisti, pedagogisti ed operatori del settore teatrale e culturale del territorio sardo ed estesa anche alla dimensione nazionale ed internazionale, desidera fornire un quadro generale per strutturare il ragionamento sui processi di rigenerazione e sviluppo delle comunità locali, spingendo la ricerca verso l’incontro e la contaminazione tra il mondo della scienza sociale e quello dell’arte pubblica. L’Accademia offrirà anche spettacoli, documentazione audiovisiva ed è prevista una sessione di Open Stage a Nuoro per tutti gli artisti interessati. (Teatro Comunità- Scade 22 giugno / Open Stage – Scade 25 giugno)
  • [E.R.A. 2] 15-20 Luglio: Residenza “Personaggi in cerca di Terra Promessa”, Teatro del Presente, a cura di Cathy Marchand del Living Theatre. Cathy Marchand, maestra di livello internazionale che ha collaborato nella sua carriera con artisti del calibro di Pasolini, Fellini, Battiato, Jodorowsky e molti altri, darà vita ad un percorso intensivo di 6 giorni per la creazione di un nuovo viaggio verso nuovi e vecchi confini, attraverso l’utilizzo del corpo e della parola. Partendo sempre dal “training Living” per passare alla creazione del corpo unico dell’attore, non per sfidarsi ma per affidarsi. L’atto teatrale come chiave di rivolta poetica contro ogni forma di barbaria del pensiero globale che andrà a colmare in un esito scenico caratterizzante i luoghi storici e identititari della comunità. (Scadenza 5 luglio)
  • [E.R.A. 3] 17 – 25 Agosto: “Il Teatro immersivo rende il pubblico attivo e gli offre la libertà di seguire le proprie intuizioni nella costruzione della storia che gli viene raccontata, senza far ricorso a palcoscenico e platea”. Residenza per amatori (17-19 agosto) e per semi-pro/professionisti (20-25 agosto) per approfondire gli specifici meccanismi legati alla creazione di esperienze immersive e site specific. Il lavoro è finalizzato alla creazione di una performance, che verrà messa in scena durante le giornate del festival, per restituire alla comunità una narrazione del contesto data dall’esplorazione della tematica dello spopolamento e del binomio tra tradizione e innovazione. Un lavoro a cura dell’associazione culturale Project XX1 di Roma e del docente universitario Riccardo Brunetti. (Scadenza 20 luglio)
  • [A.C.T.] Luglio-Agosto: Offriamo a tutti i tipi di artisti di strada la possibilità di offrire iniziative culturali, ludiche e formative per animare il territorio ed entrare a far parte del calendario di #resilienza18. Invitiamo tutti a mandarci delle proposte da discutere insieme per trovare la migliore soluzione logistica ed economica alle eventuali partecipazioni. Si può decidere di partecipare all’ACT in diverse tranche temporali:

    (1) 2 luglio “Open Stage” (Scadenza 25 giugno)
    (2) 15/25 luglio (Scadenza 2 luglio)
    (3) 30 luglio/10 agosto (Scadenza 15 luglio)
    (4) 20 agosto/ 1 settembre (Scadenza 25 luglio) [Prioritaria]

Partner arte


Tra i suoi principali obiettivi, ProPositivo ha quello di contribuire alla promozione di una nuova cultura dell’informazione, in cui i cittadini diventino protagonisti del processo di ricerca, raccolta, elaborazione e diffusione di tutti i dati utili all’attivazione di processi di problem solving a livello locale. Se oggi le comunità sono in crisi è perchè non dispongono delle informazioni necessarie per inquadrare il proprio contesto e per prendere decisioni utili al suo sviluppo. La complessità del locale trova difficilmente rappresentazione sui giornali e purtroppo troppo parzialmente anche nei documenti istituzionali. Esiste dunque un gap formativo e informativo dalla cui copertura dipende la possibilità di creare percorsi aperti e partecipativi, capaci di avere un impatto sul benessere ambientale, sociale ed economico dei comuni e dei territori italiani.

In tale ottica, ProPositivo punta a creare un laboratorio multidisciplinare, composto da innovatori nazionali e locali, in un ibrido tra centro di ricerca e redazione, capace di facilitare lo sviluppo locale a partire da una metodologia di lavoro che metta insieme analisi e animazione dei territori, progettazione partecipata e nuove forme di comunicazione e giornalismo, cogliendo le opportunità offerte dalla digitalizzazione e dall’economia della condivisione.

Per l’incubazione del modello verrà dunque avviato un laboratorio di giornalismo investigativo e monitoraggio civico che, a partire dalla Summer School del Festival della Resilienza e grazie al contributo dei Media Partner e delle scuole del territorio, vuole produrre un’inchiesta sullo spopolamento e le nuove migrazioni, tema prioritario per il futuro del centro Sardegna e su cui si conosce ben poco. Un percorso guidato da ProPositivo, con Danilo Procaccianti (PresaDiretta) , con la partecipazione di altri ospiti legati al tema della rigenerazioni dei territori, del giornalismo, documentarismo, fotogiornalismo, narrativa e nuove tecnologie.

Siamo principalmente alla ricerca di studenti, ricercatori, giornalisti, narratori, fotografi e video-maker. Scopo della Call è quindi quello di selezionare i partecipanti al percorso di formazione e i futuri membri della Redazione di ProPositivo. Al termine del percorso verrà rilasciata la tessera da Freelance, una certificazione e un attestato di partecipazione siglato dai Media Partner.

Il Bando di partecipazione sarà Disponibile entro il 25 giugno 2018.




Il blog di ProPositivo collabora con il FattoQuotidiano.it a questo indirizzo. Fa inoltre parte della rete di Giornalisti Nell’Erba, di cui si è aggiudicato il primo premio nel 2014. Scopri tutte le altre collaborazioni o scopri i diversi modi per unirti a noi.
Alt Text

ProPositivo è attivo in diversi progetti. Pur nascendo come progetto virtuale è ora attivo fisicamente all’interno delle comunità locali lavorando alla creazione di una rete di attori sul territorio, impegnati nello scambio attivo di competenze ed esperienze. Il progetto di sviluppo locale Comunità Resilienti, il brainstorming itinerante BrainSurfing, e la nostra Campagna di Idee ruotano intorno a questi importanti valori. Scopri tutti i Progetti!